Dati storici lega fantaguaglioni

FANTAGUAGLIONI
Stagione 2012/13

IL PAGELLONE (di fine campionato)


Canino, Bologna: come scritto da qualcuno qualche giorno fa sulle pagine Facebook, l’amatissimo presidente rossoblu farebbe bene a giocare da qualche parte i numeri (per lui magici) 66,71,76,81,86 vista la frequenza con la quale gli stessi hanno consentito all’inquilino di via Cimabue di battere i disperati avversari, avviliti e abbattuti dinanzi all’abbondare di una virtù sconosciuta ai più : il CULO. Virtù cui non si potrebbe fare riferimento a leggere la classifica e il +9 dal secondo, ma che lo stesso protagonista ammette di possedere in dosi “illegali”. Sarà per questo che anche su facebook si è dato alla latitanza? Voto 10, LUPIN IV (in attesa di un parziale risarcimento tramite “paninazzata”)


Domenicano, Siena: Il presidentissimo bianconero con il suo sprint finale si è aggiudicato un secondo posto insperato dopo la sconfitta con la Fiorentina alla terzultima giornata. Il presidente Landolfi non è riuscito a contrastarlo nell’ultima giornata anche a causa dello stop imprevisto del buon Mathieu Flamini, che ha preferito sedere vicino al buon Galliani e a Constant per alzare la media bellezza (ma non di molto) in tribuna, proprio a Siena. Mezzo voto in meno per il pianto-pagliacciata messo in scena prima dell’ultimo atto. Voto 9,5 ,FONTANA DI TREVI



Alessi, Fiorentina: Poteva essere en plein ma così non è stato, anche se per poco e anche se il malloppo messo da parte è comunque tale da poter sfamare tutto il Fantaguaglioni con una bella cena a base di pesce come promesso durante il torneo. Vinto meritatamente il premio relativo alla classifica a punti, non va oltre il terzo posto in quella a scontri diretti a causa dell’exploit del “monstre” Canino e della sagacia piagnucolenta del Domenicano, vinto anche il Max Point (Klose solo sa come). Comunque un protagonista assoluto. Voto 9, ASSO PIGLIA TUTTO A META’


Morelli, Lazio: Facciamo (ancora una volta, onde evitare di apparire come “di parte”) parlare i numeri. 87 gol fatti con secondo miglior attacco dietro solo alla Fiorentina del Jolly Klose, SETTANTA gol subiti (tra quelli a premio Domenicano si avvicina con 67 reti subite, a distanza siderale con meno di sessanta gol subiti Canino e Alessi), solo 4 punti di distanza da Domenicano nella classifica a punti, stessi punti di Alessi nella classifica a scontri diretti. Ritorno economico/pecuniario : 0,00 Euro. Le sue dichiarazioni a fine campionato: “Andate tutti a fare in culo”. Voto 10+, VINCITORE MORALE


Cerminara, Atalanta: Pure per il Ciccio nazionale vale in parte il discorso fatto per Morelli, anche se in alcune occasioni la sua Atalanta ha deluso le attese e non ha pigiato sull’acceleratore nei momenti clou. Comunque una corazzata la sua, che nella classifica a punti, forse quella più realistica tra tutte, è subito dietro ai battistrada. Nelle ultime giornate, riprovevole il tentativo di abbindolare gli avversari promettendo dolci e pietanze prelibate prodotte dall’azienda di famiglia, di fatto però già impegnata nello sponsorizzare e sostenere il Pescara di Garzillo. Un nuovo Moggi insomma, sornione, furbo e silenzioso. Al vaglio degli inquirenti ci sarebbero infatti le intercettazioni del pre-match contro la Juve di Mastroianni. Che la squadra il prossimo anno parta con penalità?? Voto 8, VOLPONE


Cristiano Senior, Napoli: Il caso Napoli è un caso curioso, quasi indecifrabile. Ultimo mese da incubo, da un secondo posto quasi certo a una debacle inesorabile. Certo, il calo psico-fisico di giocatori chiave come Campagnaro e Cannavaro, formidabili soprattutto quando si giocava contro la Lazio, ha potuto incidere considerevolmente, ma dal presidente Cristiano ci si aspettava una presa di posizione ferrea che garantisse ai partenopei di avere la meglio negli ultimi scontri diretti, e invece tutto si è concluso per il peggio. Un anonimo e umiliante sesto posto per una piazza calda come quella napoletana corrisponde al gelido inverno siberiano. Voto 6- , VESUVIO SPENTO


Sesto, Cagliari: Non possiamo non porre attenzione e curiosità sull’a scuadra di Sestinho e sulla favola Cagliari: ha un certo punto sembrava la favoletta del Chievo, senza sapere ne come ne pecche cuella scuadra senza Cavani e priva di giocatori in grado di dare la svolta in cualsiasi momento della Domenica è riuscita a ciudere al settimo posto in classifica, dopo aver addirittura lottato per i premi. Grande merito va sicuramente a lui, “immisterr” , come direbbe il buon Totò Di Natale, e soprattutto al mediatore che nello spogliatorio aveva un gran bell d’a fare per consentire agli undici titolari di comprendere come sistemarsi in gampo. Lo stesso mediatore potrebbe essere accuistato e pagato personalmente da Guidolin allUdinese per consentirgli di dialogare con il suo fenomenaleggiante numero 10 senza pagare paga e contributi al traduttore immigrato congolese evaso di prigione e ricercato dai servizi segreti africani. Voto 8+ a Sesto allenatore, Voto 4 ai suoi post su facebook. Media 6+, LUCA GIURATO. (per la versione in Italiano chiedere all’edicolante, questa è la versione limitata scritta appositamente per consentire al Sesto di leggere in piena autonomia)


Valletta, Udinese: verrebbe da dire “peccato”!!! un girone di ritorno Mostruoso quello del Casertano del Fantaguaglioni, addirittura ottavo alla fine, dopo un girone d’andata da incubo e l’ombra della retrocessione che a Natale aleggiava incontrastata sulla città della Reggia. Ci vorrebbe Galliani con le sue frasi ad effetto, del tipo “Se il campionato fosse iniziato all’ottava giornata il Milan avrebbe vinto lo Scudetto (e se mio padre fosse Batman userei la Bat mobile)”, ma ci manteniamo nei limiti della decenza e ci promettiamo di mettere in evidenza la straordinaria risalita dei friulani. Certo, se i meccanismi fossero stati rodati sin dall’inizio, forse a casa Valletta avrebbero festeggiato non soltanto per lo Scudetto numero 31 della Juventus, ma anche per uno degli ambitissimi premi degli ambienti fantaguaglioniani. Voto 7,5, DIESEL


Cristiano Junior, Parma: e dopo il Napoli veniamo alla seconda, cupa e macabra nota dolente di casa Cristiano. Ma cosa è successo alla coppia di fratelli più invidiata (sino a qualche mese fa) del Bel Paese? Più di Pippo e Simone Inzaghi, più di Emanuele e Antonio Filippini, più di Cristian e Damiano Zenoni, più dei gemelli Derrick, sembravano il nuovo modello familiare di successo nello sport da seguire, e invece un crollo verticale ,che a dire il vero nel caso del Parma è stato veramente precoce, li ha spinti nel baratro. Dal record di imbattibilità, all’amara discesa nei meandri dell’Inferno. I perché di questo clamoroso evento sono misteriosi ai più, ma c’è chi giura di aver udito urlare, nella notte, nei pressi di casa Cristiano, i nomi di Neto e Viviano, portieri della Viola di Montella nella realtà e dei “ducali” nel Fantaguaglioni. Voto 6--, SPOMPATO PRECOCE.


Garzillo Senior, Pescara: Sembrava potesse fare suo il Max Point, e invece il cannibale Alessi ha portato via anche quello al Pescara di mister Garzillo. Delusione e sconforto ( invidia? o sensi di colpa? o un pizzico di malizia?) sono da giorni i sentimenti che trasudano dalle mura di casa Garzillo. I rapporti del patron abbruzzese sarebbero diventati improvvisamente gelidi con tutti gli altri partecipanti, solitamente avvolti dalla dolcezza con la quale il numero uno dei “delfini” distribuiva dolci e prelibatezze senza guardare in faccia nessuno (tranne l’odiato fratello Marco). Fortunatamente gli affari della Cerminara G. S.a.s. vanno comunque a gonfie vele e ci si aspetta che anche grazie all’opera diplomatica del Volpone Cerminara e alla bontà infinita della consorte del presidente Garzillo, Gianna, si possa comunque assaporare, in occasione della “paninazzata” di Canino o della cena a base di pesce offerta da Alessi, una favolosa “nutellotta”. Voto 7, IL WILLY WONKA DISILLUSO


Mastroianni Senior, Genoa: Un campionato sciatto e senza soddisfazioni il suo. Verrà principalmente ricordato e passerà agli onori della cronaca per due motivi in particolare: l’apertura (e la relativa chiusura) di un’attività d’insuccesso, la Mastroianni’s Malocchio, e per aver goduto di un evento unico più che raro, la rete dell’inossidabile e inarrivabile Bomber F.Pisano , l’uomo dai mille record e da un solo gol in A in tanti anni di grandiosa militanza. Peccato, le potenzialità c’erano e inizialmente a casa Mastroianni il fratellone dava l’impressione di poter dare qualche soddisfazione alla disastrata coppia di fratelli, ma tutte le grazie divine hanno fatto centro solo qualche centinaio di metri più avanti, sempre in Via Cimabue. Voto 6(politico) ANONIMO


Landolfi, Milan: Nel corso del campionato il gentleman Landolfi ha, con una certa ostentazione, messo in preventivo che avrebbe senza dubbio raggiunto e superato l’amico Morelli in classifica. A dire il vero , ricordava un po’ Zamparini quando diceva a Lotito che la sua corazzata avrebbe asfaltato la “squadretta” biancoceleste, e infatti a fine campionato il milanista ha ben 14 punti di distacco dalla Lazio targata Giacho Petkovic. Poi, nell’ ultima giornata, un crollo allucinante ha consentito a Nicouan di mettere le mani sul premio: consegnandosi letteralmente all’avversario e chiudendo il campionato al fianco di StramaTarzia a quota 50, Landolfi ha lasciato delusissimi i tifosi del “diavolo”, facendo sorgere non pochi dubbi sulla sua riconferma a Milanello. Voto 6- , CHIACCHIERONE


Tarzia, Inter: “no Tarzia eh, ma BENE BENE” avrebbe detto Cassano, “alla Stramaccioni”, per dare un significato alla pessima stagione dei nerazzurri. Il fenomeno di Bari vecchia avrebbe infatti espresso tutto il suo disappunto scagliandosi contro il trainer nerazzurro reo di non averlo acquistato per la sua rosa fantaguaglioniana in virtù della presenza di Handanovich, Castellazzi, Belec (senza contare di aver tentato disperatamente di acquisire Carrizzo), Ranocchia, Juan, Obi, Benassi, Kovacic e Milito. “Cazzo mancavo solo io in quella squadra di merda, mancava che ti prendessi Schelotto e Jonathan e dopo ti sputacchiavo in faccia”, avrebbe urlato di rabbia il fantasista mettendo in evidenza le vene sul collo (e i crateri che si ritrova in faccia a causa di una pubertà infelice) e mimando il gesto delle corna che già in passato lo ha reso famoso. Nel frattempo lo stesso Tarzia avrebbe ospitato il Gazza Gascoigne a casa per “un drink” e per passare una serata all’insegna del “bere per dimenticare”. Peccato che, visto il mancato pagamento dei diritti d’autore, il buon presidente non abbia potuto nemmeno cantare a squarciagola l’inno della “Pazza”. Voto 5, #AMALAANCHESECONTINUIAPERDERE


Curcio, Torino: La più grande contraddizione del Fantaguaglioni (dopo un Laziale che acquista Totti): uno Juventino che guida il Toro. Eppure, nonostante le feroci contestazioni della Piazza, calda e ferita nell’orgoglio, colpita al cuore (il vecchio cuore granata), la salvezza è come manna dal cielo, comunque giunta, dopo una stagione disgraziata che per lo meno non ha riservato la retrocessione, scampata per qualche punto. A casa Curcio ora i manager cercano di risolvere la noiosissima questione cercando acquirenti per il Toro e di conseguenza si è allo stesso tempo alla ricerca di un buon investimento da compiere, sempre in Serie A, per il prossimo anno. “Di sicuro non starò qui a portare avanti una baracca di sciacqualattughe, sono stanco di mettere soldi in un progetto perdente e di potermi consolare solo incitando la MIA VECCHIA SIGNORA nei salotti della Lamezia altolocata (i salotti Canino, ndr), nelle calde notti di Champion’s”, queste le ultime rilasciate dal presidentissimo, che ovviamente però non potrà fare sua la Juventus. I primi rumors danno infatti per certo il passaggio delle Zebre sotto la guida del mito “nasone” Saladino, e inoltre i tifosi granata in tal caso avrebbero già preparato un attentato per farla pagare al loro ormai ex presidente. Voto 6, INFILTRATO


Saladino, Sampdoria: Sono già caldissimi i taccuini dei giornalisti per la prossima stagione, è infatti uno dei primi colpi a sensazione del prossimo mercato. Saladino sicuramente sarà alla guida della sua amata bianconera, la “Vecchia Signora”, visto l’accordo trovato in pubblico con l’attuale Manager bianconero Mastroianni Junior. Ovviamente, quando parliamo di giornalisti, ci riferiamo a quelli della redazione de “Le ultime parole famose”, che grazie al biondo dagli agghiaccianti occhi azzurri hanno raggiunto in questa stagione picchi di vendita fuori dal comune, sfiorando le entrate di una delle migliori testate comiche del Mondo, Tuttosport. Si vocifera che dietro all’esborso economico ingente che Saladino verserà nelle casse di Mastroianni ci sia uno sponsor di elevatissimo livello, il Signor Grandinetti, elemento di spicco nella classe politica lametina. C’è da giurare che con queste premesse, lo Juventus Stadium il prossimo anno faticherà a raggiungere i 10 Euro di incassi. Nelle sue dichiarazioni rivediamo un “non sappiamo cosa” di simile a uno strano personaggio della serie A, quello che diceva “ho già preso quattro campioni per il prossimo anno” portando poi i vari Pereirinha, Saha e Ciani nel proprio team. Voto 4, IL NUOVO LOTITO


Ciliberti, Chievo: Probabilmente ha pagato a caro prezzo un avvio disastroso, il buon Cily, che dunque a fine campionato si è dovuto accontentare di una tranquilla salvezza. Ha comunque reso piccante e soprattutto “acculturato” il nostro Fantaguaglioni, concedendo sprazzi di elevate dosi artistiche in occasione delle sue poche vittorie. Il “Nessun dorma” del Pavarotti riusciva infatti quasi ad allietare le focose pagine facebook nei post partita, forse inducendo a sano “chiumpimento” il solo malcapitato avversario sconfitto. Rimarrà al Chievo anche per la prossima stagione? I tifosi non lo amano, ma lui sarebbe pronto a una nuova sfida nella città di Romeo e Giulietta, anche perché molto eccitato dalla possibilità di battere i cugini Veronesi nel Derby. Voto 6, L’ARTISTA INCOMPRESO


Fratelli Viterbo, Catania e Palermo: ebbene si, li giudichiamo entrambi allo stesso modo, indietro, ultimi in tutto e per tutto, uno nella classifica a scontri diretti, l’altro in quella a punti. Una delusione cocente per la Sicilia tutta! Eppure, strano a dirsi, a fine stagione il Palermo è riuscito comunque a evitare il Terz’ultimo posto e a salvare almeno la faccia. Un caloroso grazie va comunque al Viterbo senior per aver presenziato alla cena Fantaguaglioniana, così come va comunque ringraziato il Viterbo Junior per aver preso parte a una delle poche partite di calcetto del gruppo: molto più di compagnia e in gamba a tavola e con i piedi che non nel consegnare le formazioni!!. Voto 3,5, ASSENTI


Mastroianni Junior, Juventus: gli Agnelli si staranno rivoltando nella tomba, il giovane Andrea gli ha voltato sicuramente le spalle, lo Juventus Stadium lo ha accolto con sonori fischi all’ultima in casa! Vergogna! Questa è la parola adatta per giudicare l’operato di Mastroianni nel campionato, soprattutto se si fa riferimento all’ultima parte di campionato dove per miseri 20 Euro(poi nemmeno vinti) ha relegato i suoi (pochi a dire il vero) campioni in panca per perderle tutte! Uno scempio fuori dal normale! Fortunatamente la stagione è finita, ma per i bianconeri non è prevista ancora la fine del periodo più nero della loro storia (dopo l’era Del Neri), visto che il prossimo anno il nuovo “Ferguson” sotto la Mole sarà Saladino. Buona fortuna, cara Vecchia Signora. A Mastroianni voto 0,5, INCOMMENTABILE


Garzillo Junior, Roma: ecco un altro degli “sfigati” per eccellenza, una delle squadre più prolifiche, costretta addirittura alla “retrocessione”. Ovunque giocasse, di qualunque avversario si trattasse, c’era sempre qualcuno più in forma del buon Marco. Ora c’è chi già bussa alla sua porta per l’acquisizione dell’A.S. Roma per la prossima stagione calcistica (si vocifera che Mastroianni junior voglia ripartire proprio da Trigoria per rilanciarsi), ma in molti sono curiosi di vedere come e con chi Garzillino tenterà il suo personalissimo rilancio, magari anche per fare un dispetto al fratellone, avido egoista e irrispettoso. Voto 7 di stima, RITENTA, SARAI PIU’ FORTUNATO!
Ebbene ragazzi, questa avventura è giunta al termine. E’ stato da sempre un piacere poter scrivere per voi e potervi divertire divertendomi. Al prossimo anno
Il presidente biancoceleste, Giacinto Morelli

Cerca: Squadra Utente

(NOTA: cliccare sul nome della squadra per vedere la rosa completa)

Atalanta
maglietta
alexandra92
Crediti: 0

 

Bologna
maglietta
miguel1990
Crediti: 0

 

Cagliari
maglietta
sestinho
Crediti: 1

 

Catania
maglietta
toda93
Crediti: 2

 

Chievo
maglietta
signorv
Crediti: 0

 

Fiorentina
maglietta
fabale89
Crediti: 0

 

Genoa
maglietta
chiello82
Crediti: 6

 

Inter
maglietta
robbie23ita
Crediti: 1

 

Juventus
maglietta
wesley89
Crediti: 0

 

Lazio
maglietta
giamolazio
Crediti: 4

 

Milan
maglietta
lando89
Crediti: 1

 

Napoli
maglietta
giacri78
Crediti: 4

 

Palermo
maglietta
mistercana
Crediti: 2

 

Parma
maglietta
bombmaker
Crediti: 0

 

Pescara
maglietta
vasco89
Crediti: 0

 

Roma
maglietta
chiello93
Crediti: 7

 

Sampdoria
maglietta
anton10
Crediti: 0

 

Siena
maglietta
nicouan
Crediti: 2

 

Torino
maglietta
devil90
Crediti: 4

 

Udinese
maglietta
flavio10
Crediti: 2

 

 

Indietro

Risultati e classifica

Calendario