Fantaclub: il blog ufficiale del sito
Aggiornamento guida calciatori

 

Qui di seguito trovate le ultime schede aggiornate della Guida Calciatori Fantaclub, la guida gratuita per i fantallenatori aggiornata tutto l'anno.
 
ATALANTA
 
Gosens (dif) - La prima alternativa sugli esterni a Castagne e Hateboer, puo considerarsi ugualmente un titolare aggiunto considerando i 28 gettoni collezionati nell'ultimo campionato, in cui ha realizzato anche tre gol e distribuito due assist. Altro elemento di alto profilo sul piano della continuità delle prestazioni, potrebbe essere acquistato in tandem con uno dei due compagni già citati. Compagni che sin qui ha sovrastato in termini di bonus prodotti: ha già eguagliato il fatturato di gol dello scorso anno in appena sette gettoni.
 
BOLOGNA
 
Danilo (dif) - Difensore esperto rispetto al quale c'è poco da scoprire. Da nove stagioni in Italia, ha dato ampiamente prova di affidabilità e leadership difensiva. Dieci le reti realizzate, al ritmo di una o due a stagione. Dopo una lunga fase di appannamento con Inzaghi, è tornato su buoni livelli con Mihajlovic con cui ha stretto un patto d'acciaio trovando feeling umano e tecnico-tattico. Nel finale in crescendo del Bologna si è rivelato uno dei migliori difensori dell'intero campionato. Il suo rientro, dopo un fastidioso infortunio, è coinciso con l'importante pareggio contro la Lazio.
 
Krejci (cen) - Mihajlovic sta riuscendo nell'intento di rilanciarne le quotazioni. L'esterno che aveva strappato applausi nella stagione d'esordio, sta gradualmente tornando ai suoi livelli e il gol contro la Lazio sembra un segnale in questa direzione.
 
LAZIO
 
Marusic (cen) - Aveva chiuso la stagione 2017-2018 con tre gol e quattro assist imponendosi come una delle sorprese più interessanti sugli esterni; l'anno scorso pero non ha saputo tener fede alle aspettative esibendosi in un rendimento decisamente discontinuo e comunque mediocre. È chiamato al riscatto e tra fine settembre e inizio ottobre ha recuperato importante terreno riuscendo a confinare Lazzari in panchina anche grazie a un gol.
 
Immobile (att) - È reduce da una stagione in cui ha visto dimezzarsi il numero di gol realizzati (da 29 a 15): un duro colpo per i fantallenatori che avevano puntato su di lui senza remore. Ma va anche sottolineata la sfortuna di un torneo in cui è quasi arrivato in doppia cifra in fatto di legni colpiti, segno che va solo sistemata la mira per ritornare su grandi numeri, come ha già dimostrato in questi primi turni culminati con 7 gol in altrettante gare.
 
MILAN
 
Calhanoglu (cen) - Giampaolo punta molto sul turco-tedesco che dovrà pero abituarsi a un raggio d'azione più arretrato e ai dettami tattici del tecnico. Al momento non rappresenta una chiamata agevole al fantacalcio, perché la concorrenza non manca e in più non è riuscito a ripagare la fiducia del tecnico. Prestazioni in caduta libera.
 
Paquetà (cen) - Il giovane e talentuoso brasiliano, arrivato a gennaio dal Flamengo, si è integrato piuttosto bene nel Milan. Ha garantito buone prestazioni, regalato una manciata di bonus ed è sceso raramente sotto la sufficienza. Adesso pero è chiamato al salto di qualità e Giampaolo sembra il tecnico giusto per farglielo compiere. Al momento ci sono ancora un po' di dubbi sulla posizione in campo, ma il brasiliano già contro il Genoa ha fornito importanti segnali di adattamento.
 
Leao (att) - Classe '99, è uno dei grandi investimenti del mercato estivo del Milan. Arrivato dal Lille per far coppia con Piatek, è il classico attaccante moderno, capace di disimpegnarsi da prima e da seconda punta. Forte fisicamente, fa dell'esplosività e della velocità in campo aperto i suoi principali pregi. Abile nel dribbling e nel gioco aereo, ha chiuso la sua prima stagione da protagonista in Francia con otto gol e due assist in 26 presenze. Una bella scommessa che ha già rotto il ghiaccio contro la Fiorentina e che contro il Genoa ha contribuito a rimettere in piedi la panchina di Giampaolo. Potremmo presto vederlo da prima punta.
 
PARMA
 
Kulusevski (cen) - Talento svedese classe 2000, arriva al Parma in prestito dall'Atalanta per maturare esperienze di campo, dopo essere stato lanciato in qualche occasione da Gasperini sul finire della scorsa stagione. La considerazione del tecnico dell'Atalanta sulle sue qualità offensive sembra una garanzia di qualità, quindi attenzione a questo talento che potrebbe sbocciare sulla via Emilia. Una valutazione che confermiamo anche dopo sette giornate, considerato l'impatto avuto sul gioco di D'Aversa che si è convinto ad affidargli una maglia da titolare con continuità.
 
ROMA
 
Zappacosta (dif) - L'esterno ex Torino e Chelsea è arrivato nelle ultime ore di mercato per rinforzare il reparto degli esterni romanisti. Per lui l'oscar della sfortuna: prima l'infortunio muscolare, poi la rottura dei legamenti. Stagione compromessa.
 
Pellegrini (cen) - È l'erede designato di De Rossi in termini di leadership e romanità. Un doppio peso per questo ragazzo chiamato anche a far la differenza con le sue doti di incontrista e le capacità di inserimento. Lo scorso anno il rendimento è stato inferiore alle aspettative, ha chiuso con tre gol e due assist, denotando soprattutto una discontinuità non da lui. L'avvio di stagione è stato ottimale, soprattutto nelle vesti di assistman, ma la doccia fredda è arrivata con la frattura al piede che lo farà rientrare tra due mesi.
 
Mkhitaryan (cen) - Si è subito presentato con due gol in nazionale contro il neo-compagno Dzeko e con la rete all'esordio con il Sassuolo. Giocatore di grandi qualità offensive, l'ideale per il ruolo di esterno nel 4-2-3-1 di Fonseca. Un grande acquisto per Petrachi che ha rinsaldato un ottimo asse con lo United. Al momento è ai box per infortunio muscolare. Ne avrà per 3 o 4 settimane.
 
Sprocati (att) - D'Aversa lo sta utilizzando spesso a match in corso per provare a sparigliare le carte nel tridente offensivo. Più continuo e disciplinato di Karamoh, meno talentuoso di Kulusevski. Al momento non un fattore al fantacalcio.
 
VERONA
 
Kumbulla (dif) - Difensore centrale subito lanciato nella mischia da Juric. Ha qualità, ma deve crescere nel feeling con i compagni e il nostro campionato. Il gol-vittoria contro la Sampdoria è un segnale di questa crescita in corso. Del resto è pur sempre un 2000 e un po' di tempo gli è ampiamente concesso.
 
Salcedo (att) - Il talento scuola Genoa, di proprietà dell'Inter, sta cominciando a ritagliarsi uno spazio interessante nelle rotazioni di Juric. Attaccante versatile con guizzi in velocità e geometrie. Da seguire.

       

Passa alla versione Desktop