Fantaclub: il blog ufficiale del sito
Aggiornamento guida calciatori

 

Qui di seguito trovate le ultime schede aggiornate della Guida Calciatori Fantaclub, la guida gratuita per i fantallenatori aggiornata tutto l'anno.
 
ATALANTA
 
Gollini (por) - Per il classe '95 cresciuto tra Inghilterra (Manchester United e Aston Villa) e Verona è la stagione della definitiva consacrazione. Dopo aver battuto la concorrenza di Berisha (passato nel frattempo alla Spal) nella seconda metà del campionato, si è meritato la fiducia di Gasperini e dei compagni grazie a un finale in crescendo. Lo promuoviamo in prima fascia, al pari della sua Atalanta che è ormai una realtà europea.
 
Caldara (dif) - E' tornato sui suoi passi a gennaio per provare a cancellare gli ultimi due anni da incubo. Gasperini lo ha subito ripreso sotto la sua ala e sta ritrovando gradualmente il calciatore che aveva spiccato il volo verso la Juventus e la Nazionale. Un fattore in questo finale di stagione.
 
Gosens (dif) - Non si puo più considerare un'alternativa agli esterni a Castagne e Hateboer. Al contrario. Da miglior difensore goleador d'Europa sarà il prossimo pezzo pregiato del mercato atalantino. Nel frattempo Gasperini si gode le sue prestazioni sempre sopra le righe.
 
Toloi (dif) - La sua ultima stagione è stata condizionata da un lungo infortunio che lo ha messo ko anzitempo, ma il difensore brasiliano resta l'emblema di quest'Atalanta sbarazzina e in grado di sedersi al tavolo delle grandi. Bravo in marcatura, forte di testa, ha piedi educati e capacità di impostazione per far partire l'azione da dietro. Non è un caso che, dopo 22 giornate, abbia già distribuito 4 assist (oltre al primo gol stagionale realizzato contro il Genoa).
 
Malinovskiy (cen) - Classe '93, trequartista dal gran sinistro, molto efficace sui calci piazzati, ha chiuso l'ultima Jupiler League con il Genk con 13 gol e 12 assist in 37 partite (compresi i play off), riuscendo a distribuire due giocate vincenti anche in Europa League. Elemento molto interessante che entrerà nelle rotazioni di Gasperini subito alle spalle di Gomez e Ilicic e probabilmente alla pari con Pasalic. Una scommessa molto interessante e che si sta rivelando vincente. Il ragazzo è riuscito a ritagliarsi uno spazio importante e ha già segnato gol determinanti, il poker personale è arrivato contro il Lecce, il quinto nella determinante rimonta contro la Lazio.
 
BOLOGNA
 
Dijks (dif) - Olandese di 26 anni, maturato con la maglia dell'Ajax ma con un'esperienza anche in Championship con il Norwich nel 2016-2017. Esterno affidabile, ha dimostrato di sapersi adattare anche a una linea di difesa a tre. Grande struttura fisica (è alto 194 centimetri per quasi 90 chilogrammi) e buona tecnica di base. Con Mihajlovic lo scorso anno ha trovato quella continuità di rendimento che gli era mancata nella prima parte della stagione. Ha approfittato del lockdown per recuperare e tornare a disposizione.
 
BRESCIA
 
Papetti (dif) - Difensore non ancora maggiorenne, ha trovato spazio dopo il lockdown in un Brescia che deve tentare l'impresa straordinaria della salvezza. Non più che una scommessa.
 
Bisoli (cen) - Il figlio d'arte, con piedi molto più educati del padre, è un classe '94 in grado di ricoprire quasi tutti i ruoli dalla metà campo in su. Protagonista della promozione con sei gol e 5 assist, nei due anni precedenti sempre in B con il Brescia non era stato da meno mettendo insieme complessivamente altre 10 reti e 7 passaggi vincenti. Dopo la ripresa dal lockdown, ha subito patito un grave infortunio che ha chiuso anzitempo la sua stagione.
 
Balotelli (att) - Sarebbe dovuto essere il grande colpo dell'estate di Cellino e invece si è rivelata l'ennesima occasione mancata di una carriera costellata di fallimenti.
 
CAGLIARI
 
Birsa (cen) - La sua ultima stagione tra Chievo e Cagliari è stata parecchio al di sotto delle aspettative dei fantallenatori. Due gol, un assist e una media di poco superiore alla sufficienza (6,09) non rappresentano un ruolino alla sua altezza. Desaparecido prima del lockdown, si è rivisto alla ripresa, ma non puo ancora considerarsi un fattore al fantacalcio.
 
Nandez (cen) - Il lungo inseguimento del Cagliari al talento del Boca Juniors, che durava ormai da diverse sessioni di mercato, si è finalmente concluso. Centrocampista di temperamento e qualità tecniche, in grado di giocare indifferentemente da interno ed esterno tattico. Buone doti di inserimento e un discreto numero di gol per stagione (anche 5 in una Primera Division). Completa una mediana che, per talento e numeri, fa sognare. Ma per restare sul concreto, possiamo dire che ha confermato le attese con un rendimento tra i migliori del reparto.
 
Simeone (att) - Stagione balorda la sua ultima con la Fiorentina, che ha trascinato nel "baratro" della bassa classifica molti fantallenatori. Non puo essere definito diversamente un rendimento passato da 14 gol e 5 assist dell'anno prima ai 6 e 2 dello scorso. Approda a Cagliari per sostituire l'infortunato Pavoletti: una piazza per rilanciarsi. L'inserimento sta funzionando al meglio e dopo il lockdown si è subito presentato con due gol in altrettante gare.
 
FIORENTINA
 
Igor (dif) - Difensore brasiliano, classe '98, arrivato in estate nel nostro campionato dal Red Bull Salisburgo. Dotato di buon fisico, è sempre stato impiegato nel ruolo di centrale, ma sa anche disimpegnarsi sugli esterni. Colpo a sorpresa della Fiorentina che prova così a dare muscoli e centimetri alla retroguardia a tre confermata da Iachini. Sta trovando spazio, anche dopo la lunga sosta, approfittando della sua versatilità.
 
Ribery (att) - L'icona della nazionale francese e del Bayern Monaco ha scelto di abbracciare la scommessa lanciata dalla dirigenza viola. È sbarcato in città accolto da una folla in delirio ed è già riuscito a scendere in campo con il Napoli, facendo intravedere la leadership che potrà esprimere nella banda dei giovanotti terribili di Montella. È integro e ha qualità per imporsi anche in Italia. Investite ma con giudizio. Dopo l'ottimo avvio, è stato rallentato da una lunga squalifica e poi dall'infortunio patito contro il Lecce. Si è rivisto dopo il lockdown e ha già lasciato un segno profondissimo contro la Lazio.
 
GENOA
 
Criscito (dif) - Ha chiuso con due gol, quattro assist e una media superiore al 6, condizionata pero da 12 ammonizioni e un'espulsione. La sua stagione è ben rappresentata anche dalle cifre: un rendimento abbastanza continuo, con pochi picchi positivi o negativi, che ne fanno comunque un puntello utile in chiave fantacalcio. Quest'anno al ruolo di capitano e uomo di maggior esperienza della retroguardia sta unendo anche quello di rigorista implacabile: già 7 gol per lui. Alla ripresa, pero, ha subito fallito un'occasione dal dischetto e si è infortunato.
 
Iago Falque (att) - È tornato al Genoa alla finestra di gennaio per ritrovarsi dopo le ultime due difficili stagioni condizionate soprattutto dagli infortuni. Se riesce a recuperare fisicamente, puo spingere Nicola verso un tridente molto mobile con Pandev e Sanabria. In alternativa potrebbe essere impiegato anche da seconda. Ha approfittato del lockdown per reinserirsi al meglio e si è presentato con due gol in altrettante gare.
 
INTER
 
Godin (dif) - Il Faraone arriva a esercitare la sua leadership e le sue qualità tecnico-tattiche e da difensore goleador in casa nerazzurra. Un po' avanti con l'età, ma con caratteristiche e qualità tali per fare la differenza anche in Italia. Ha cominciato la stagione subito con uno stop muscolare. Il prosieguo non è stato certo all'altezza della sua caratura.
 
Sensi (cen) - Centrocampista di qualità, con visione di gioco, numeri e potenzialità. Con De Zerbi al Sassuolo è definitivamente sbocciato trovando anche la maglia della Nazionale, a Conte il ruolo di consacrarlo. Si è già preso il centrocampo nerazzurro nel quale ricopre il ruolo chiave di regista con licenza di inserirsi e fare gol. Il suo infortunio, riportato a ottobre, ha creato più di un problema a Conte. Rientrato a gennaio, si è subito rifatto male dopo il lockdown.
 
JUVENTUS
 
Danilo (dif) - L'esterno ex Manchester City ritrova il suo gemello Alex Sandro, compagno di squadra ai tempi del Porto, e arriva alla Juventus nell'ambito dell'affare Cancelo. Rispetto al portoghese ha meno tecnica offensiva, ma migliore capacità di corsa e una duttilità difensiva che potrebbe presto conquistare anche lo staff tecnico juventino. Deve rilanciarsi dopo diverse stagioni a vuoto tra Madrid e Manchester. Sotto osservazione anche al fantacalcio; per il momento il suggerimento è di non spenderci troppo. Valutazione che confermiamo anche alla ripresa dopo il lockdown.
 
De Sciglio (dif) - Il pupillo di Allegri ha perso il suo maestro, ma potrebbe ugualmente trovare impiego con discreta continuità. A Sarri piacciono gli esterni in grado di tenere la linea alta e dare una mano in fase di costruzione della manovra e proposizione. Un identikit che potrebbe corrispondere alla buona duttilità dell'ex milanista. Alla ripresa dopo il lockdown ha subito riportato un grave infortunio al ginocchio, incerti i tempi di recupero.
 
Khedira (cen) - Sono bastate poche amichevoli a Sarri per innamorarsi del "professore" e riportarlo a bordo del progetto Juventus. Sembrava destinato addirittura alla rescissione, ma il tecnico ex Chelsea ne ha posto il veto inserendolo virtualmente nel suo 11 tipo, dove andrebbe a completare la mediana con Pjanic e Rabiot. Le sue doti non le scopriamo certo oggi: compensa la scarsa mobilità con l'intelligenza tattica e la capacità di farsi trovare al momento giusto al posto giusto. Dopo il lungo infortunio pre-lockdown, si è subito fatto male alla ripresa. Stagione finita sulla carta.
 
Dybala (att) - Dopo i 22 gol (e 3 assist) del 2017-2018, massimo in carriera, i 5 dell'ultimo torneo hanno rappresentato il punto più basso. Sarri intende rilanciarlo cucendogli addosso una posizione da falso nove (e ogni riferimento a Mertens non è puramente casuale), l'argentino più vicino alla porta potrebbe tornare il bomber implacabile che abbiamo conosciuto in Italia. Dopo aver risolto molte partite prima del lockdown, si è subito ripetuto alla ripresa.
 
Ronaldo (att) - Ventuno gol e 6 assist alla prima stagione in Italia. Un ruolino che sarebbe potuto essere anche più ricco senza lo stop di quasi un mese tra marzo e aprile. Poco da dire sul suo conto, è il top player per eccellenza. Con una decina di gare ancora da disputare, ha già fatto meglio dello scorso anno.
 
LAZIO
 
Lazzari (cen) - Cresciuto in maniera esponenziale negli ultimi anni, ha dimostrato in maglia Spal - lui che ha seguito tutta la trafila dalla vecchia C2 alla massima serie - di meritarsi un posto al sole in A. Alla Lazio, dove è arrivato su espressa richiesta di Inzaghi, potrà compiere il definitivo salto di qualità. Ha chiuso l'ultima stagione con otto assist, Immobile già comincia a fregarsi le mani. Dopo un infortunio che gli ha fatto iniziare la stagione ad handicap, ha alternato buone prestazioni ad altri colpi a vuoto sino a finire in panchina nell'ultimo turno con il Genoa. Dopo il lockdown ha ripreso alla grande.
 
MILAN
 
Gabbia (dif) - La serie di infortuni che ha interessato la retroguardia del Milan gli ha aperto spazi inattesi. Elemento poco appetibile al fantacalcio.
 
Bonaventura (cen) - Ha fatto il suo ritorno nei ranghi a metà agosto dopo l'infortunio che lo aveva tenuto ai box dallo scorso ottobre. Con Pioli sta tornando sui suo livelli e con lui in campo la squadra va quasi sempre a punti. Segna e fa segnare, con un rendimento molto alto. A gennaio si è rivelato una buona occasione, confermata anche dopo il lockdown.
 
Saelemaekers (dif) - Esterno belga approdato a gennaio con ottime referenze che, al momento, non è riuscito a confermare sul campo. Un grosso punto interrogativo anche sulla sua conferma e poche chance di incidere al fantacalcio.
 
Ibrahimovic (att) - Arriva al Milan con l'etichetta di "salvatore della patria

       

Passa alla versione Desktop